FANDOM


Generati da Urano, che ha dato vita a questo universo.

–Gige

Urano è uno delle potenti divinità primordiali ed è anche il padre della possente stirpe dei Titani, dei Ciclopi e dei Ecatonchiri. Figlio e marito di Gaia, Urano è la personificazione del Cielo notturno e diurno ed ha ricoperto un ruolo fondamentale nella creazione dell'universo, arrivando a forgiare intere galassie e i vari corpi celesti.

Serie di God of War Modifica

Nascita e battaglia tra i Primordiali Modifica

Urano nacque all'inizio dei tempi da Gaia, l'onnipresente madre della terra e primo essere a nascere dal Caos.

Insieme a Nemesi, Ourea, Hemere, Etere, Gaia e altri, Urano formò la prima generazione di esseri al mondo: i Primordiali.

Primordiales

Il combattimento tra Urano e Talassa

Non passò molto tempo che tra queste divinità antiche scoppiò una cruenta guerra (molto probabilmente causata dalla sete di potere e dalla voglia di alcune di regnare sui loro simili). La battaglia si protrasse per un tempo infinito e fu talmente violenta che plasmò la forma primitiva della Terra e dell'universo stesso. Tale conflitto s'intensificò sopratutto tra Urano e Talassa (la acque primordiali) e tra Ourea (le montagne) e Nemesi (la giustizia ineluttabile).

Talassa urano firmamento

Il ferimento di Urano porta alla nascita delle stelle

Il combattimento tra Urano e Talassa fu uno tra i più cruenti e portò radicali cambiamenti nel paesaggio del mondo. Infatti, durante il conflitto, il Titano del cielo fu raggiunto al volto da un possente pugno, da parte del primordiale delle acque. Tale ferita portò alla creazione delle stelle del firmamento, nel cielo. Però Urano rispose all'affronto, e infatti riuscì ad uccidere Talassa la cui morte portò alla nascita del mare e di tutte le masse d'acqua.

Batalla de los Primordiales 2

La morte di Talassa

Ascesa al potere e regno Modifica

Alla fine di questa lunga e folle guerra (dalla quale nacquero le Furie), Urano si erse vincitore e insieme a Gaia, divenne il primo regnante di tutto il creato. Contemplando l'enorme ed oscuro vuoto del cosmo appena nato, illuminato solo dalle stelle scaturite dalle sue ferite, Il titano dei cieli decise di riempire il vuoto dello spazio, creando innumerevoli corpi celesti (come ad esempio il sole, che creò con il Fuoco Primordiale; oppure pianeti, come la luna) ed intere galassie ricche di mondi. Una volta completato il suo disegno cosmico, Urano decise di unirsi a Gaia generando dapprima i tre grandi e possenti Centimani (o Ecatonchiri); esseri dalla 100 braccia e dalle 50 teste, la cui potenza fisica non era seconda a nessuno, e che rispondevano ai nomi di Briareo, Gige e Cotto. Nacquero poi i primi ciclopi (Bronte, Sterope ed Arge). Disgustato dall'aspetto ripugnante dei suoi figli, e per paura che potessero spodestarlo, Urano decise di rinchiuderli tutti nelle profondità del Tartaro.

Nostro padre fu disgustato dalla nostra bruttezza e ci bandì nel Tartaro.

–Gige

In seguito, decise di dare alla luce una nuova stirpe di esseri giacendo con Gaia; nacquero così i possenti titani (6 maschi e 7 femmine):
Titans

Gaia e i figli avuti da Urano: i Titani

La ribellione di Gaia e Crono Modifica

Per paura che anche i suoi ultimi figli potessero subire l'orribile sorte degli altri, Gaia decise di ribellarsi al marito; così dalle sue viscere costruì un falcetto che donò a Crono (il suo figlio più giovane) e dopo aver attratto con l'inganno il marito sulla superficie del mondo, lo fece attaccare dal futuro signore dei Titani. Durante la lotta, Crono riuscì ad evirare il padre gettandone poi i genitali nel mare e dove (insieme alla schiuma marina) avrebbero poi dato vita alla Dea Afrodite. Alla fine, Crono ascese al trono del padre, diventando il nuovo signore del creato; mentre Urano, ferito, si rifugiò in una profonda grotta (creata dalla stessa Gaia, che fu presa dal rimorso per la violenza inflitta al marito) per guarire dalle proprie ferite.

Ripresosi dall'orribile menomazione, il primordiale dei cieli decise di abbandonare la Terra, per non farvi più ritorno e rifugiarsi così nelle immensità del cosmo che lui stesso aveva creato e riempito di vita.

Urano concept art

Concept art di Urano

Poteri ed Abilità Modifica

Come i suoi simili, i Primordiali, Urano è depositario di un potere cosmico imponderabile. Tra i suoi attributi ci sono:

  • Forza fisica assoluta.
  • Immortalità.
  • Invulnerabilità.
  • Insensibilità alla fatica.
  • Enormi poteri divini, Urano, da solo, fu in grado di creare i vari corpi celesti e le galassie che riempono le vastità dell'universo, è quindi il depositario di un potere di scala cosmica incommensurabile.
  • Creazione, al contrario dei suoi discendenti (gli Dei dell'Olimpo), la cui morte o ferimento priva il mondo e i suoi elementi di ordine e causa distruzione e morte; Urano (come il resto dei Primordiali) è una potentissima entità di creazione, tanto che il suo ferimento non porta ulteriore disordine, ma al contrario forgia e plasma il mondo intorno a se, portando così ordine dal caos del creato.

Curiosità Modifica

  • Le Furie, nacquero in realtà dal sangue di Urano dopo la sua evirazione, mentre in God of War: Ascension, sono nate dal sangue e dalla carne di Nemesi.
  • Dato che fu lo stesso Urano a generare le molte stelle, galassie e pianeti che si trovano nelle vastità dello spazio, è ipotizzabile pensare che gli Dei nordici (che verranno presentati in God of War) siano nati come conseguenza di questa specifica azione del titano dei cieli. Questo porrebbe Urano nella posizione di essere il progenitore sia degli Olimpici, sia degli Asgardiani.